Recensione Fate and Fall di Eveline Durand| Love is in the books

Buon pomeriggio lettori, 
ecco a voi il mio parere su un libro appartenente al panorama del self publishing italiano. Il libro che mi ha fatto compagnia nella settimana scorsa è Fate and Fall di Eveline Durand , un romanzo in cui le componenti tipiche del romance, del paranormal e del thriller sembrano fondersi per dare vita ad un piccolo capolavoro. 

51JvUrNWchL._SY346_

 

Autrice: Eveline Durand

Titolo: Fate and Fall. Il gioco del destino

Genere: Paranormal thriller/ Romance

Casa editrice: Self Publishing 

Prezzo ebook: 1,99€

Trama: Noah è solo una bambina quando una veggente le rivela quale sarà la sua fine: morte per annegamento.
Da quel giorno ogni precauzione per stare lontana dall’acqua non sembra mai abbastanza e la sua vita assume i colori di una sfida.
La sorte però esige il suo prezzo: una bravata tra adolescenti, un auto che sbanda oltre il fiume ed ecco che Noah si ritrova con l’acqua alla gola.
L’incidente la sfiora, ma non risparmia Layla, la sua migliore amica.
Unica sopravvissuta, si risveglia con un esagerato eccesso di empatia, ritrovandosi vittima degli umori e delle sensazioni di chi la circonda.
Dieci anni dopo, Noah è diventata una psicologa affermata nella cittadina di Liver e ha imparato a convivere col suo ingombrante dono.
Purtroppo è angosciata dal sogno in cui rivive l’incidente e dai sensi di colpa per essere ancora viva.
Esiste forse un legame tra il suo scampato appuntamento con la morte e la sua capacità di leggere gli altri?
E perché alcune persone ne sono immuni, come Alan, il bambino invadente che sembra sapere tutto di lei?
Il ragazzino non è altri che il figlio di Kyle Cumberland, fratello di Layla e suo primo tormentato amore.
Mentre Noah affronta il passato e la connessione tra i due si fa sempre più intensa, strane morti scuotono Liver e una teoria inconcepibile inizia a dissipare le sue ombre.

Un paranormale contemporaneo con sfumature di thriller.
Una storia che parla di amore, di riscatto e di seconde occasioni.

recensione

 

Fate and Fall narra la storia di Noah Chandler , psicologa che vive da sola in un appartamento di Liver. Immersa nella sua routine, Noah evita ormai da tempo il contatto o la vicinanza con luoghi dove c’è l’acqua: all’età di dieci anni gli è stato predetto che sarebbe morta annegata. Da quel momento ha vissuto la sua intera esistenza condividendola con un’ elevata idrofobia.

 «E se fosse stato quello il disegno del destino? Anche se cerchiamo di cambiarlo, lui compie i suoi giri vorticosi, ci mette mesi o anni, ma poi ritorna sempre a riprendere il suo corso».

Scampata ad un incidente, nel quale ha perso la vita la sua migliore amica Lyla, Noah ha perso anche l’amore della sua vita Kyle, fratello di Lyla. Dall’incidente Noah é uscita fortemente cambiata, oltre che a livello caratteriale anche  fisico a causa degli interventi subiti. Un cambiamento più grande però gli condiziona la vita, la sua intera esistenza: sente e percepisce gli stati d’animo delle persone, i loro pensieri… 

 Se era vero, forse aveva appena smascherato un assassino.
Kyle era silente o capace?
Di una cosa era certa: era capace di baciare maledettamente bene.

Quando rivede Kyle per la prima volta, perché suo figlio Alan ha delle sensazioni come le sue e del tutto opposte a quelle di Noah, si rifiuta di rivelare la sua vera identità nonostante il piccolo percepisca che tra i due c’è qualcosa. Che cosa succede quando passi la tua vita a scappare? Cosa fai quando scopri che ti sei presa gioco del destino?  Una storia che ti lascia con il fiato in sospeso e la voglia di scoprire cosa succederà al prossimo capoverso ed io, ovviamente, non voglio rivelarvi assolutamente N.U.L.L.A  ma posso dirvi che molto del romanzo si svolge intorno a una teoria, ovvero quella delle nemesi: ho adorato la teoria dei silenti e dei capaci!

L’autore, perché non poteva identificare ancora Kyle nel creatore
di quel manoscritto, prendeva di petto la teoria,
la spogliava delle sue certezze e la ridicolizzava,
per poi affermare con poche incise parole che quel
vaneggiare poteva essere vero.
 Lasciava un ragionevole dubbio e adagiava 
un’inquietante domanda nella mente del lettore: libera scelta o destino?

 Quando ho iniziato il libro ero davvero titubante, un po’ per lo stile narrativo scelto dall’autrice e un po’ per il ritmo lento della storia. Non so bene cosa mi abbia spinta a continuare la lettura, ma qualsiasi cosa sia stata ne sono davvero grata.  Dopo tanto tempo riesco a leggere un libro che sia davvero originale e interessante al tempo stesso. Sono piacevolmente sorpresa da questa rivelazione e non capita spesso di lasciarmi senza parole.  Spero di poter leggere un nuovo lavoro di Eveline al più presto!

Valutazione 9/10

firmachicca

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...