Recensione: L’universo nei tuoi occhi di Jennifer Niven| Love is in the books

Buon pomeriggio lettori,
oggi vi parlo del nuovissimo libro di una delle mie scrittrici preferite  – Finch oggi è un giorno perfetto!. Sto parlando di Jennifer Niven e del suo romanzo L’universo nei tuoi occhi, edito dalla casa editrice De Agostini in uscita oggi 21 Marzo 2017.
Venite con me a scoprire la fantastica storia di Libby & Jack ❤ .

81bl4vuinzl-_sl1500_ 

Autrice: Jennifer Niven

Titolo: L’universo nei tuoi occhi

Casa editrice: De Agostini 

Data di pubblicazione: 21 Marzo 2017

Prezzo ebook: 6.99€

Prezzo cartaceo: 14.90€

Trama: Affascinante. Divertente. Distaccato. Ecco le tre parole d’ordine di Jack Masselin, sedici anni e un segreto ben custodito. Jack non riesce a riconoscere il volto delle persone. Nemmeno quello dei suoi fratelli. Per questo si è dovuto impegnare molto per diventare Mister Popolarità. Si è esercitato per anni nell’impossibile arte di conoscere tutti senza conoscere davvero nessuno, di farsi amare senza amare a propria volta. Ma le cose prendono una piega inaspettata quando Jack vede per la prima volta Libby. Libby che non è come le altre ragazze. Libby che porta addosso tutto il peso dell’universo: un passato difficile e tanti, troppi chili per farsi accettare dai suoi compagni. Jack prende di mira Libby in un gioco crudele, un gioco che spedisce entrambi in presidenza. Libby però non è il tipo che si lascia umiliare, e il suo incontro con Jack diventa presto uno scontro. Al mondo non esistono due tipi più diversi di loro. Eppure… più Jack e Libby si conoscono, meno si sentono soli. Perché ci sono persone che hanno il potere di cambiare tutto. Anche una vita intera.

recensione

Scossa dalla lettura di L’universo dei tuoi occhi, c’è una cosa che mi sento di dire prima di iniziare a parlare di questo romanzo. Jennifer Niven è una scrittrice che riesce a fare una magia con i suoi lettori, catturandoli per l’intero percorso dei suoi libri e lasciandoli andare alla fine con qualcosa di grande, un insegnamento. Questo è esattamente quello che ho imparato da questo libro: 

2012-40185-124011_41823_11453_t.jpg

 Jack Masselin é un adolescente di sedici anni ben voluto da tutti per i suoi modi di fare molto affabili. Ma Jack custodisce un segreto enorme, un qualcosa che lo rende speciale: a causa di una caduta all’età di sei anni, Jack risulta essere affetto da un disturbo neurologico chiamato prosopagnosia. Per chi non lo sapesse, essa è un deficit percettivo acquisito o congenito del sistema nervoso centrale che impedisce ai soggetti che ne vengono colpiti di riconoscere i tratti di insieme dei volti delle persone (Wikipedia).  Come avrete ben compreso dalla descrizione, questo disturbo non permette a Jack di riconoscere le persone, anche quelle a lui più strette e comuni, dal loro viso nel suo insieme ma egli deve sforzarsi di trovare alcune caratteristiche per dare un nome alle persone e anche allora non è mai sicuro di chi si trova di fronte. Ora provate due secondi a mettervi nei suoi panni, a guardarvi intorno e a non riconoscere nessuno… è devastante

Resto a inzupparmi la maglietta mentre osservo il cielo trapunto di stelle:
sono tutte uguali, per me potrebbero essere facce.
Libby è una di quelle stelle, penso.
Ne scelgo una, le do il suo nome e resto a fissarla il più a lungo possibile.
A un certo punto sono costretto a battere le palpebre.
Rimani. Rimani. Rimani.
Non andartene.
Ma è svanita.

Libby Strout ha superato un brutto periodo della sua vita. A causa della morte improvvisa di sua madre, Libby si è lasciata sopraffare dalla paura, dell’agorafobia (paura ad uscire di casa) e della tanatofobia (paura della morte) tanto da cadere nel baratro della bulimia, degli attacchi di panico, dell’ansia. Ora Libby vuole riprendersi la sua vita e recuperare il tempo perso, partendo dalla scuola, ricominciando dai proprio sogni, la danza

Fa paura inseguire un sogno, ma fa ancora più paura rinunciarci.

Libby inizia a frequentare la  Martin Van Buren High School, dove riesce ad allacciare rapporti con le persone che la conoscevano un tempo e altre nuove. A causa di un gioco – davvero di pessimo gusto Jack mette Libby al centro dell’attenzione dell’intera mensa della scuola e così inizia la litania degli insulti anonimi “Non sei desiderata” che Libby ha tanto faticato a mandare giù in passato, grazie all’aiuto di moltissimi specialisti e del suo amorevole padre. Proprio per questo,  non lascerà che siano loro a vincere e a prendere il sopravvento sulla sua vita, ora che è arrivata quasi in cima alla salita. 

So per esperienza che sono proprio i più vigliacchi a nascondersi
dietro gli attacchi verbali più spregevoli e feroci.

Per farsi perdonare, Jack rivelerà proprio a lei il suo grande ed enorme segreto. Sotto consiglio di Libby, partono per andare in cerca di risposte riguardo il disturbo di Jack,  il giorno del diciottesimo compleanno. 

«E ricordati bene che, qualsiasi cosa scopriremo dopo quei test,
le cose non cambieranno.»
Mi piace che abbia parlato al plurale, come se anche lei fosse coinvolta.
«Tu resti sempre Jack Masselin.
Resti sempre una scocciatura.
Tu sei tu.»

Dopo la diagnosi definitiva e l’accettazione del fatto che, una fatale caduta a sei anni sia la causa del deficit e che non ci siano tecniche al momento per riuscire a controllarlo, Jack inizia a sentirsi un estraneo all’interno della sua stessa pelle, perdendo anche quella spavalderia che l’aveva salvato in questi anni di finzione. Libby sarà un esempio per lui, lo porterà a lottare, ad uscire allo scoperto con i suoi amici e con la sua famiglia, ad affrontare il fatto che lui è una persona unica nel suo essere così com’è ed è speciale. 

«Libby Strout, tu meriti di essere guardata.»
«La gente non fa altro che guardarmi» dice rivolta alla tovaglia.
«Non è quello che intendevo.»

Questo libro è un concentrato di amore, dolcezza, tristezza, voglia di rivalsa, lotta, lealtà, voglia di vivere. L’autrice, sin dal suo libro Raccontami di un giorno perfetto, ha dimostrato di avere a cuore molti dei disturbi psicologici e non che affliggono gli adolescenti d’oggi.  La decisione della scrittrice di dare voce alle nostre emozioni e alle nostre sensazioni, permette a noi giovani di identificarci con i suoi protagonisti senza il minimo sforzo 

«Non saranno invidiosi. Penseranno solo che è un po’ strano.»
«Non voglio che qualcuno se la prenda con te.»
«Se mi va di portare una borsetta, lo faccio e basta.
Non ci rinuncio solo perché gli altri hanno qualcosa da ridire.»

La pressione che la società di oggi, involontariamente, trasmette a noi giovani: gli standard di bellezza, le convenzioni sociali dove non esistono mezze misure tra maschio e femmina, la conformazione di massa per sentirsi accettati, per non essere esclusi, EMARGINATI. Perché una persona non deve essere libera di poter esprimere se stessa? E’ l’unica cosa che ci permette di rendere questo mondo vario, colorato e diversificato. 

«Sai bene quanti progressi ho fatto, e lo so anch’io, eppure gli altri continuano a vedere in me la cicciona che ero tre anni fa e non la persona che sono diventata.»
«E tu dimostragli chi sei. Solo tu puoi farlo.»

Considero questi libri non solo adatti al target di età di riferimento dei young adult, ma anche a quel target riservato ai genitori, cosicché essi possano capire che i figli non smettono mai di avete bisogno di loro: non si è mai troppo grandi per un ti voglio bene o un bacio della buona notte. Non si è mai troppo grandi per smettere di essere figli e/o genitori. Inutile dire che la scrittura di Jennifer Niven e la struttura del libro sono di una magnificenza e originalità unica.

Non si è desiderati solo perché diversi?
NO.

LIBBY

A chiunque leggeRà  questo libro:
Tu non sei un mostro.
Sei desiderato.
Sei indispensabile.
Sei unico e irripetibile.
Non aver paura di uscire dal castello.
Il mondo è un posto meraviglioso.
Con affetto, una compagna di strada.

VOI SIETE AMATI.
VOI SIETE DESIDERATI.
Tenetelo bene a mente.

Valutazione: 10/10

Lo staff di Love is in the books ringrazia la casa editrice De Agostini per aver gentilmente concesso la copia digitale del romanzo.

firmachicca.jpg


  

Advertisements

6 pensieri su “Recensione: L’universo nei tuoi occhi di Jennifer Niven| Love is in the books

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...