Recensione: Nell’angolo più buio di Elizabeth Haynes| Love is in the books

Salve lettori,
oggi vi parlo di un libro  che mi ha fatta tremare dalla paura e dall’ansia. Sto parlando di Nell’angolo più buio di Elizabeth Haynes, edito dalla casa editrice Giano Editore. Addentratevi nella storia di Lee e Catherine.

Nell-angolo-piu-buio_main_image_object

 

Titolo: Neangolo più buio

Autore: Elizabeth Haynes

Genere: Thriller psicologico

CE: Giano Editore

Prezzo ebook: 9.99€

Prezzo cartaceo: 10.97€

Trama: Catherine è una ragazza che ha sempre vissuto irresponsabilmente la sua giovinezza, tra party, alcol e partner occasionali, quando incontra Lee. Sguardo rude ma diretto, prestante d’aspetto e risoluto nei modi, Lee infrange subito il suo cuore. Il tempo necessario per un romantico corteggiamento e Catherine accetta, senza alcuna esitazione, di andare a vivere con lui. La scelta si rivela impeccabile nei primi mesi di convivenza: Lee è affettuoso, pieno di premure e attenzioni. Appare stranamente sfuggente soltanto quando viene interrogato sul suo lavoro, ma Catherine, innamorata com’è, non fa attenzione a questa trascurabile reticenza. Poi, gradualmente, attraverso segni appena percettibili, piccole scenate di gelosia, critiche per un’acconciatura o per un abito troppo eccentrico, il clima muta. Lee diventa ombroso, cupo, si assenta misteriosamente per giorni e, infine, in un’escalation drammatica, svela il suo vero volto. Schiaffi, torture psicologiche, botte, insopportabili umiliazioni fisiche, Catherine viene violata nell’intimo, rinchiusa a chiave in una stanza, ridotta a vittima inerme di un carnefice senza pietà. Probabilmente morirebbe se, in circostanze accidentali, non fosse scoperta nella sua agonia da una vicina di casa, che denuncia Lee e ne determina l’arresto, il processo e la condanna. La violenza psichica è penetrata, però, a fondo nella mente e nell’anima di Catherine. La ragazza cambia ogni giorno strada per tornare a casa, azzera le sue relazioni col mondo esterno, ispeziona ogni ora meticolosamente la sua abitazione, assume comportamenti compulsivi estremi dettati dal fantasma incancellabile del suo carnefice. Un fantasma che diventa di carne e ossa il giorno in cui una telefonata annuncia che Lee è uscito di galera.

recensione

Mentre scrivo questa recensione, tremo: le mie mani non riescono a premere i tasti giusti e devo continuamente cancellare quello che scrivo. Da dove cominciare?.
Anno 2003 – Cathy è una donna di ventiquattro anni, rimasta orfana dopo che i suoi genitori sono morti in un incidente. Bella e seducente, ama passare le serate nei locali di Leicester con le sue migliori amiche a fare baldoria. E’ la sera di Halloween quando, all’ingresso di un locale, incontra Lee.
Lui lavora come buttafuori nel locale e nota subito la ragazza bellissima con indosso un vestito rosso di satin. Da quella sera si susseguono diversi incontri tra i due… fino a quando Catherine e Lee hanno cominciato ad avere una relazione.
Pian piano la personalità di Lee ha iniziato a manifestarsi ma tra il suo lavoro misterioso e le sue continue assenze, Cathy non ha avuto abbastanza tempo per realizzare cosa stava succedendo.

Quando l’ha fatto era ormai troppo tardi. 

Non era quello che avevo tanto desiderato fino a pochi minuti prima? Avevo espresso il desiderio che se si alzasse e tornasse a casa, lasciandomi in pace. E lui l’aveva fatto.
Attenta a quello che desideri, Catherine, mi dissi. 
Attenta.

Anno 2007 – sono passati tre anni da quando Cathy si è trasferita a Londra, in una nuova casa e con un nuovo lavoro. Lontana il più possibile da tutto ciò che rappresenta il suo passato.

Ma il suo passato non ha mai smesso di tormentarla.

Chaterine non è più la giovane e spensierata donna di un tempo. Gran parte della sua vita sociale la passa a controllare che il telaio del portone non presenti sporgenze, che la porta di casa sia chiusa correttamente, che l’allineamento delle tende sia come l’aveva lasciato prima di uscire, che il finestrino del bagno (che non si apre!) sia chiuso correttamente, che le posate siano tutte in ordine.

Uno, due, tre, quattro, cinque, sei, sette…. 

Basta un semplice errore e bisogna ricominciare tutto da capo

«Stavo pensando alla prima volta che ti ho vista».
Era seduto sil pavimento, nel corridoio, gli vedevo le gambe. 
«L’agente immobiliare è entrato violentemente nel portone, e tu dovevi essere nel bel mezzo dei tuoi controlli. Mi hai lanciato una tale occhiataccia». 
«Non me lo ricordo. Davvero?»
«Il portone era aperto, avevano messo il fermo.
Avevi lo sguardo terrorizzato, perché qualcuno aveva varcato la soglia mentre eri presa dalle tue verifiche. In quel momento ho pensato che eri l’ammasso di colera più grazioso che avessi mai visto».

Cathy è prigioniera di un disturbo ossessivo-compulsivo, legato al disturbo da stress post traumatico. Schiava di un passato che non smette di tormentarla da anni, nonostante lui non possa raggiungerla perché in prigione, Catherine vive a stento la sua vita a causa dei vari attacchi di panico. Sarà grazie a Stuart, suo nuovo inquilino e psicologo, che Cathy imparerà a gestire l’ansia e a fare progressi con la malattia.

L’ho visualizzato mentre s’introduceva nell’appartamento della signora Mackenzie; viveva là sotto, al buio, ascoltando me e Stuart. Ascoltandoci mentre parlavamo, mentre facevamo l’amore. Ho pensato a lui, e a quello che potrebbe avere in mente di fare. Quando è arrivato il mattino, finalmente, avevo il viso bagnato dalle lacrime. Non ero in preda al panico; il mio respiro era regolare. Riuscire a controllarlo stava diventando decisamente più facile.

Con lui inizierà anche una relazione e finalmente, tra alti e bassi, la vita di Chaterine sembra cominciare a procedere per il meglio dopo tanto tempo ma tutto cambia quando la avvisano che lui è tornato in libertà, che lui è li fuori… 

Lui la cercherà
Lui la troverà

Perché lei è sua.

«Andrà tutto bene» mi ha rassicurata Stuart, gentile.
«Adesso sei al sicuro. Non ti farà mai più del male».

«E’ una promessa che non puoi fare».

Dopo tutto questo, non posso dirvi assolutamente altro perché vi racconterei tutta la storia e io preferisco che siate voi a leggerla. Il libro è scritto alternando scene passate a scene legate al presente di Chaterine , permettendo al lettore di conoscere in contemporanea il prima e il dopo della sua vita. Al primo ‘capitolo’ del libro ero così in preda al tremore e all’ansia da rimuovere totalmente la lettura del capitolo; solo alla fine sono riuscita a ricollegare il tutto perché ero troppo presa dalla storia per ricordarmi di quel Martedì, 21 Giugno 2001. L’opera è ricca di riferimenti a disturbi psicologici che derivano da traumi: i rituali di Cathy legati al suo disturbo ossessivo compulsivo mi hanno letteralmente inchiodata alla lettura. La sua metodicità nel svolgere i controlli, l’ansia, la paura, il ricominciare da capo… io ero sbalordita! Quando Chaterine avvertiva di essere osservata, io avevo i brividi che mi scendevano lungo la spina dorsale. Ma se Chaterine mi a inchiodata con la sua personalità ormai compromessa, la personalità di Lee mi ha terrorizzata: ogni scena dove c’era lui, il panico, l’ansia, l’angoscia in me tendevano ad arrivare alle stelle! E’ lui il vero protagonista di questo libro.

Le mani mi tremavano, ma la presa sul pelapatate era salda.
Lo tenevo in alto, quasi fosse una lama lunga una spanna, anziché un affarino spuntato di cinque centimetri, con il manico di plastica.  Se fosse stato di fronte a me, gliel’avrei piantato nella carne fino in fondo, nel collo o in faccia. 

Ma non c’era.


Non so come spiegarlo ma sono spiazzata dall’esperienza di lettura che ho avuto con questo libro; mi sono sentita parte di esso e non è stato di certo una bella esperienza!. La scrittrice è stata così brava che alla fine mi sono sentita apatica, in trappola, perseguitata a causa dell’ultima lettera di Lee. Se c’è una cosa che ho scoperto durante la lettura dei vari thriller e proprio questa: 

adoro questi finali! 

Valutazione: 10/10

firmachicca

 

 

 

Annunci

Un pensiero su “Recensione: Nell’angolo più buio di Elizabeth Haynes| Love is in the books

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...