Release Blitz + Giveaway: Recensione: Per Addestrarti di Chiara Cilli | Love is in the books

Buon di readers!
Esce oggi Per Addestrarti, quarto volume della serie dark contemporanea Blood Bonds, il primo con protagonisti André Lamaze e Nadyia Volkov!. 

!Felice release day a Chiara Cilli!

Titolo: Per Addestrarti

Autrice: Chiara Cilli

Serie: Blood Bonds #4

Genere: Dark Contemporary Romance

Pagine: 312

Editore: Selfpublished

Prezzo eBook: € 2.99

Prezzo cartaceo: TBA

Trama: Credevo di sapere chi fossi. Cosa fossi.
Credevo di non avere più scampo, che la mia resistenza fosse ormai giunta al termine.

Poi ho sentito la sua voce pronunciare il mio nome.
Poi i suoi occhi hanno risposto al richiamo dei miei.

Non ha paura di me. Si avvicina. Mi parla. Mi tocca come se le appartenessi. È folle.
Lui è l’unica chance che ho per restare viva. Devo far sì che gli importi di me. Che sia lui ad avvicinarsi.

Ma non riesco a starle lontano.
Ma gli basta sfiorarmi perché perda di vista l’obiettivo.

L’arrivo della Regina è vicino.
Dovrò scegliere.

La sottomissione.
O la lama di André Lamaze.

Qualunque sia la sua decisione, finalmente dirò addio alla mia piccola rossa.

Questo romanzo contiene situazioni inquietanti, scene violente e omicidi. Non adatto a persone suscettibili ai temi trattati. +18

ACQUISTA ORA CON 1-CLICK

|| AmazonKoboiBooks • Google Play ||

NON PERDERE I PRIMI TRE ROMANZI DELLA SERIE



LEGGI L’ESTRATTO

Pianissimo, mi approssimai alla soglia
e feci capolino con la testa. André mi aspettava all’inizio della stretta
scalinata che portava al pianoterra, un lato del corpo accasciato contro il
muro in una posa indolente.
Voleva che lo raggiungessi?
Il suo sopracciglio si inarcò, come a
dire Ti muovi o no?
Dunque mi avviai verso di lui con
cautela, lanciando occhiate oblique alle porte su ambo i lati del corridoio
mentre procedevo attraverso le zone d’ombra e di luce generate dalla scarsa
illuminazione. Quando gli fui dinanzi, André piegò il capo per indicarmi le
scale. Le guardai in tralice, quindi incominciai a salire gli alti gradini.
Lui era proprio dietro di me, così
vicino che potevo sentire il suo respiro nell’orecchio. Avevo la sensazione che
l’aura di ghiaccio che lo circondava si stesse espandendo per ammantare anche
me e strangolarmi. La avvertivo intorno al collo, come delle dita in procinto
di serrarsi.
Mi portai istintivamente una mano alla
gola, mi volsi appena per controllare André…
… e misi un piede in fallo.
Protesi le mani per non spaccarmi i
denti sullo scalino che mi stava venendo rapidamente incontro, ma d’improvviso
mi ritrovai di nuovo dritta. Il braccio di André mi cingeva come un boa, al
punto che faticavo a respirare, tanto mi comprimeva sotto i seni. Il suo petto
era come acciaio contro la mia schiena.
Rimanemmo così per alcuni istanti – io
aggrappata al suo avambraccio, la sua guancia che premeva forte sui miei
capelli, i nostri respiri che divenivano sempre più rumorosi.
Il suo cuore era come un tamburo
impazzito contro le mie scapole, un battito così veemente da appropriarsi del
mio e costringerlo a seguire il suo stesso ritmo forsennato.
«Se volessi ucciderti,» mi sussurrò
all’orecchio, sfiorandolo con le labbra, «non avrei bisogno di portarti da
qualche altra parte.» Mi strinse a sé ancora di più, facendomi ansimare per la
repentina fitta di dolore al costato e l’inaspettata contrazione nel basso
ventre. «Lo avrei fatto lì dentro.»
Una scarica di terrore mi fece sbarrare
gli occhi. Non ero nient’altro che un topo messo all’angolo, e lui il gatto che
provava un piacere sadico nel vedermi tremare, consapevole che la zampata che
mi avrebbe tolto la vita sarebbe giunta presto.
Ma non adesso.
Al rallentatore, staccai le mani dal
suo braccio e le alzai in segno di resa. Ruotai lievemente il viso verso il suo
e annuii piano, fremendo nel sentire la sua bocca sfregare sulla mia guancia.
«Non cadere», disse, l’alito che mi solleticava l’angolo delle labbra.
«Non ti prenderò una seconda volta.»

GRAPHIC TEASER


DOUBLE  REVIEW

pioggia

*Annie*

Un tumulto dentro.
Un uragano di emozioni, tutte diverse tra loro.

Ognuna vuole prevaricare sull’altra, vuole vincere questa battaglia che si è aperta con l’inizio della lettura di Per Addestrarti e non si è ancora conclusa.
E’ come se la guerra sia all’interno del cuore.
Da una parte sono così felice di aver finalmente fatto la conoscenza di André e Nadyia.
Dall’altra vorrei cancellare tutta la sofferenza che provo. Vorrei strapparteaser-1-anniemi il cuore, buttarlo a terra, calpestarlo ed esprimere tutto l’ODIO che sento.
Odio questa storia, odio quello che mi ha fatto provare, odio che mi abbia dato l’illusione di una relazione, solo per vederla sfumare davanti ai miei stessi occhi.

ODIO questo libro, solo perché lo AMO troppo.

Amo i personaggi;
Amo la loro forza;
Amo il modo in cui Nadyia e André si distruggono a vicenda, solo per salvarsi a vicenda;
Amo il modo in cui è narrato il tutto;
Amo i vari punti di vista dei personaggi;
Amo che ad ogni capitolo nella mia mente affiorino, subito, altre teorie e domande sul seguito.

Nella trilogia precedente, André veniva mostrato in modo del tutto differente perché leggevamo il punto di vista di Aleksandrateaser-3-annie, che lui odiava per come faceva sentire suo fratello. È stata lui la vera scoperta in questo libro.
Entrare nella sua testa, leggere i suoi pensieri, anche sull’infanzia e di come si senta responsabile delle cose accadute in passato e che è costretto a rivivere, indirettamente, a causa di Neela.

Amo ogni singola sillaba uscita dalla penna dell’autrice. È capace di mettermi a soqquadro ogni brandello di anima. Mi lascia sempre lì a raccogliere i cocci. Chiara Cilli ha un talento innato, è lei la vera Queen – altro che Neela Šarapova!

CONSIGLIATO: ai lettori che amano le storie forti, intense e che ti fanno mancare il fiato.
VALUTAZIONE: 10/10.
AGGETTIVI: misterioso, forte, tormentato.



*Chicca*

 Sono passati pochi minuti da quando ho posato il kindle e ho sollevato lo sguardo dalle ultime pagine di Per Addestrarti

Cosa è stato?
Un fragore. 
Una detonazione. 

 Mentre noi lettori eravamo alle prese con la prima trilogia dedicata ad Henri Lamaze, a palazzo stava nascendo il legame tra André Lamaze e la sua rossa Nadyia Volkov.
Nella prima parte del libro assistiamo agli addestramenti a cui André sottopone le ragazze riservate alla regina. Scopriamo che Nadyia è tanto affascinante quanteaser-1to indisciplinata,  caratteristica che manda André totalmente in crisi.
Una delle cose che mi ha deliziata dell’intero romanzo è stato poter ammirare il personaggio di André in tutto il suo splendore e – lasciatemelo dire – è uno spettacolo per gli occhi, per la mente e per il cuore! Mai mi sarei aspettata una meraviglia del genere. Percepire anche la più piccola nota di debolezza, in personaggi forti come il suo, non è un male; a volte vi è il bisogno disperato di vederli cedere e André, che cede pian piano al sentimento per Nadyia, è musica. Poesia.
Penso di aver trattenuto il respiro quando André ha difeso Nadyia dal mondo intero a costo di soccombere lui, mettendosi a nudo una volta per tutte; non sfuggendo agli occhi indiscreti di Ekaterina. Ma è stato anche devastante vedere entrambi proteggere i loro sentimenti dai mostri che si nascondono nelle tenebre per salvare quello che provano l’uno per l’altra, per sopravvivere a Neela.
Finalmente in questo romanzo conosciamo la dimora della dinastia Šarapova: scopriamo a cosa sono destinate le ragazze addestrate per la regina e, cosa inaspettata, tra le loro mansioni rientra anche lo spionaggio! *.* Yes, they do this :3 . 

Il personaggio che più mi ha colpito è quello di Ekaterina. Nonostante il suo ruolo nella stteaser-2oria, sono riuscita a percepire più umanità in lei di quello che mi sarei aspettata.
Cosa la lega ad Andrè?
Domanda che ricorreva nella mia mente in tutti i momenti #Ekandré  (vi ho già detto che in questo libro ci sono ship ovunque? xD ) <3.
Chi è Ekaterina? Tranne le cose più ovvie, voglio continuare a conoscere il suo personaggio perché mi ha totalmente stregata.
Altra ship di grande peso in questo romanzo è stata quella degli #Andrenri. Il capitolo trentaquattro è  davvero un capitolo che stende, che ti lascia con una voglia di prendere a pugni il mondo per regalare il sole ad André. Perché, dopo tanto tempo a brancolare nel buio, ha intravisto la luce ed è costretto a voltargli le spalle e questo fa male, fa troppo male.  Vederlo accarezzare quell’istante di consapevolezza con suo fratello… quell’istante di ricongiungimento con il ragazzo che è in lui, il bambino che era… si, è decisamente qualcosa di epico questo capitolo! ❤
La scena che mi ha spezzato il cuore? Il capitolo della loro condanna a morte, il loro addio, la loro devastazione, la loro fine.  André è stato costretto a rivivere quello che ha subito da bambino, vestendo i panni del carnefice, e da spettatore avrei voluto solo urlare per la brutalità di quella violenza psicologica. Neela è stata non sadica ma di più, ha colpito dove fa più maleteaser-2-annie e penso che continuerà così, fino a quando il loro legame non cessi totalmente di esistere – perché non è cessato, vero?.
L’urlo straziante di André è valso più di molte parole.
Ho il cuore chiuso in una morsa dolorosa.
La barriera che lo divide da Armand e la tristezza di quest’ultimo mi ha colpita, nonostante a volte mi sia difficile comprendere il suo atteggiamento: se io rivedessi anche solo un piccolo spiraglio dell’anima di mio fratello in tutta l’oscurità che lo circonda, non esiterei a lottare per farla riemergere. Percepisco la paura di perderli per sempre, la paura che presi troppo dai loro demoni commettano un passo falso e poi…. Cosa ne sarebbe di loro? Di tutto?. Armand è uno dei motivi per il quale ho sempre pensato che, il futuro ingresso in guerra della famiglia Lamaze, corrisponderà alla morte di uno dei fratelli più piccoli perché l’unica ragione che possa spingere uno come Armand ad imbracciare le armi è la sua famiglia. Questa ovviamente è solo una delle tante congetture che mi sono frullate nella testolina mentre leggevo il romanzo!.
La vera chicca di questo libro? Il finale! Sapete quando si dice il passato è passato? Bé diciamo che qui il passato ha deciso di mischiarsi con il presente, di invaderlo e di rendere tutto così dannatamente misterioso  e accattivante.
teaser-3Se dovessi descrivere questo libro, userei le parole battiti e palpitazioni.
Le emozioni, le sensazioni dei personaggi sono così tangibili che non puoi fare a meno di resistere ma puoi solo piegarti, metterti in ginocchio e soffrire con loro, per loro. Questo è quello che ho fatto io, una lettrice in pena per due personaggi che le sono entrati nel cuore. Un amore condannato sul nascere; un amore che non può fiorire su un campo da guerra, il clima che ora avvolge Véres in una nube cupa, troppo oscura per permettere ad una rosa rossa di poter fiorire e non morire.

Quando leggo i libri di Chiara Cilli non posso fare a meno di metterci il cuore ma non so mai come questo mi ritornerà indietro. Rotto? A pezzi? Probabilmente, ma se c’è un motivo per il quale continuo a farlo è proprio questo.   

CONSIGLIATO: agli amanti del dark contemporary!
VALUTAZIONE: 10/10.
AGGETTIVI: sensazionale.

✿¨*.¸¸.•`✿¸.✿¨*.¸¸.•`✿¸.✿¨*.¸¸.•`✿¸.✿¨*.¸¸.•`✿¸.✿¨*.¸¸.•`✿

MEGA INTERVISTA AI FRATELLI LAMAZE, NADYIA VOLKOV E CHIARA CILLI  in compagnia di tutte le blogger ❤ 

CLICCA QUI

GUARDA IL BOOKTRAILER

 

PARTECIPA AL GIVEAWAY
a Rafflecopter giveaway

L’AUTRICE

Nata il 24 gennaio 1991, Chiara Cilli vive a Pescara. I generi di cui scrive spaziano dal Dark Fantasy e Dark contemporaneo all’Erotic Suspense. Ama le storie d’amore intense e tragiche, con personaggi oscuri, deviati e complicati.

|| FacebookTwitterWebsiteGoodreadsAmazonPinterestInstagramGoogle+YouTubeNewsletter ||

Annunci

6 pensieri su “Release Blitz + Giveaway: Recensione: Per Addestrarti di Chiara Cilli | Love is in the books

  1. rosypalazzo ha detto:

    Partecipo con immenso piacere 😉

    Seguo il blog della Cilli come Rosy Palazzo, stesso nome su Facebook, Google +, Pinterest e Goodreads, su instagram come @ross_3193 😉
    Ho seguito tutte le regole tranne quella di Twitter perché non sono iscritta!
    Grazie mille per l’opportunità ♡

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...