RECENSIONE: I NOSTRI CUORI CHIMICI DI KRISTAL SUTHERLAND | LOVE IS IN THE BOOKS

Salve lettori!

Vi parlo della mia ultima lettura: I nostri cuori chimici dell’autrice Krystal Sutherland. Questo libro è edito dalla Rizzoli.

Vediamo la scheda insieme:

cuori 

Autore: Krystal Sutherland

Titolo: I nostri cuori chimici

Genere: Young Adult

CE: Rizzoli

Prezzo ebook: 9,99€

Prezzo cartaceo: 17,00€

Trama: Henry Page ha 17 anni e non si è mai innamorato. Paradossalmente, la colpa è del suo inguaribile romanticismo: Henry è da sempre così aggrappato al sogno del Grande Amore da non aver lasciato spazio alle cotte che da anni elettrizzano le vite dei suoi amici. Non è una scena da film nemmeno il primo incontro con Grace Town: Grace cammina con il bastone, porta vestiti da ragazzo troppo grandi per lei, ha sempre lo sguardo basso. Complice il giornale della scuola, Henry se la ritrova vicina di scrivania, e presto precipita nella rete gravitazionale di Grace, che più conosce, e più diventa un mistero. Grace ha ovviamente qualcosa di spezzato e questo non fa che attirare Henry, convinto di poterle ridonare quel sorriso che fino a pochi mesi prima la accompagnava ovunque. Ma forse il Grande Amore è più amaro di quanto i romantici credano.


desktop32

Quando ho iniziato questo libro, dalla trama, non sapevo cosa aspettarmi. Dalla copertina ancora meno. A conti fatti, posso dire che sono felice di averlo letto perché mi ha aiutatto a fare luce su alcune cose in questo periodo della mia vita.

Quindi prima di dirvi quello che penso di questo libro mi sento in dovere di ringraziare l’autrice per aver scritto questa storia e la casa editrice per averlo portato da noi.

Insomma, non è certo la storia di un amore a prima vista. Ma è una storia d’amore.
Be’. Una specie.

Se fosse possibile guardare una registrazione di me mentre leggevo questo libro, vi sareste messi le mani tra i capelli. La mia espressione oscillava tra il “wow, interessante” al “non ci sto capendo una mazza!”. E’ un libro che può sembrare confuso e, in effetti, mi ha ingarbugliato un pochino i neuroni. Ma non vi preoccupate! TUTTO HA UN SENSO.

«Qual è il tuo colore preferito?» Non era ciò che mi aspettavo. «Ehm…» Non ne avevo mai avuto uno. O forse ne avevo troppi. Tutti i colori erano uguali secondo me.
«Non riservo un trattamento preferenziale ai colori. Tu invece?»
«Il vestito azzurro di Alice nel Paese delle Meraviglie.»
«Quindi azzurro cielo.»
«Assolutamente no. Odio l’azzurro cielo e l’azzurro neonato e il pervinca, ma il vestito azzurro di Alice nel Paese delle Meraviglie è perfetto.»

Il libro è narrato dal nostro protagonista maschile, un ragazzo di 17 anni, Henry, un po’ strambo e nerd, ma tutto sommato molto spiritoso che mi ha fatto sbellicare dalle risate in alcuni punti. Tutto parte grazie alla redazione del giornale scolastico che viene assegnato e lui e a Grace. La nostra protagonista.

«Come si finisce per scoprire, per sempre non dura quanto si pensava all’inizio.»

Grace è una ragazza, che non sembra una ragazza. Indossa abiti maschili che spesso non lava neanche, non si trucca e non si cura. Zoppica ed è sempre chiusa nel suo guscio. Cosa ha visto Henry in lei tanto da correrle dietro?
Grace era una ragazza come tutte le altre, che amava la vita, la divorava. Cos’è successo? Adesso è solo lo spettro di quello che era, un’ombra che ha molti segreti e non sarò io a svelarverli.

«Grace Town è un rebus avvolto in un mistero all’interno di un enigma» dissi.

Posso solo dirvi che quando accade qualcosa che è capace di provocare tanto dolore in una persona, tanto dolore al punto da spezzarla, non basteranno tutte le cuciture e tutta la colla del mondo per rimetterla insieme, sempre ammesso che lei lo voglia.

«Hai presente quando a volte hai una giornata davvero pesante e non vedi l’ora di arrivare a casa e crollare a letto e dormire per ore? Io mi sento così verso la vita.»

Il libro è scritto in modo scorrevole e va via veloce anche grazie al fatto che i capitoli sono piccoli. E’ scritto in modo che faccia vivere passo dopo passo i pensieri del protagonista, nella testa del lettore e lo rende partecipe della storia.

Io non ero solo la sua seconda scelta, con questa idea mi ero convinto di poter convivere: ero un cammeo, una comparsa, una partecipazione straordinaria, e mi uccideva l’idea di averci messo così tanto a capirlo.

Sarò sincera e vi dirò che mi aspettavo un finale diverso. Una redenzione diversa. Ma la vita non è una favola e stando all’andamento della storia, il libro ha il finale che si merita, un finale appropriato.
Voglio salutarvi con una frase di Henry, un suo consiglio per tutti noi:

Alcuni giorni crederete che ogni atomo del vostro essere sia in qualche modo difettoso.
Ciò che vi dovete ricordare è che siete straordinari.

Valutazione: 8/10

4-stelline

firmaannie

Annunci

3 pensieri su “RECENSIONE: I NOSTRI CUORI CHIMICI DI KRISTAL SUTHERLAND | LOVE IS IN THE BOOKS

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...