Double review: Consolation di Corinne Michaels| Love is in the books

Salve lettori,
oggi vi parliamo dell’attesissimo romanzo arrivato in Italia grazie alla Leggereditore della scrittrice Corinne Michaels. Stiamo parlando del primo volume della The Consolation Duet , ovvero Consolation. Venite a scoprire con noi il mondo dei Marine *.*

12800382_982549885115198_9053063963454900228_n

 

Autore: Corinne Michaels

Titolo: Consolation

Serie: The Consolation Duet #1

Genere: Militaty & Contemporary Romance

CE: Leggereditore

Prezzo ebook: 4,99€

Prezzo cartaceo: 14,90€

Trama: La piccola Aarabelle non era ancora nata quando sua madre Natalie ricevette la tragica notizia della morte di Aaron, suo marito, marine caduto in battaglia. Il destino, che le stava per concedere il dono più bello, le ha strappato la felicità facendola piombare nella disperazione più profonda. L’unico in grado di darle conforto è Liam Dempsey, il migliore amico di suo marito, che le sarà vicino per onorare la promessa che aveva fatto ad Aaron prima che lui partisse per la sua ultima missione. Ma né Liam né Natalie potevano immaginare che da quella vicinanza potesse nascere un rapporto che andasse oltre la semplice amicizia, per diventare qualcosa di sconvolgente a cui neanche loro riescono a dare un nome. E mentre Liam si consuma nel rimorso di poter in qualche modo tradire la fiducia che Aaron ha riposto in lui, Natalie non sa comprendere se quello che prova nasca da qualcosa di profondo o sia solo desiderio di essere consolata da un dolore a cui non riesce a fuggire. È questo il prezzo che deve pagare per essere di nuovo felice?

Una storia toccante che accomuna il destino di moltissime donne, e che commuove per la naturalezza con cui ci racconta l’amore come unico antidoto al dolore.


m

* Chicca’s Review *

Il dolore ha molte forme di espressione.  A volte è sopportabile; a volte è devastante.
Natalie è una delle tante donne che hanno donato il loro cuore a uomini che servono lo Stato. Aaron è un Marine e come tale è sottoposto a tante missioni. Era un semplice sopralluogo in fase di congedo…  Il dolore di chi si ritrova, fuori dalla porta di casa, persone che annunciano la morte della tua vita, penso sia devastante. Aaron non tornerà più a casa.

«Me l’ha promesso.»
«Lo so che te l’ha promesso» dice Mark,
tenendomi la testa premuta contro il suo petto.
«Mi ha mentito.»

Il dolore vissuto da Natalie per la sua perdita mi ha portata a piangere davanti a un mucchio di gente, mentre ero su un mezzo pubblico. E’ stato quando le lacrime hanno inondato il mio viso che ho capito che questo libro sarebbe stato QUEL libro. 

Il tempo passa, le ore diventano giorni, i giorni diventano mesi, i mesi si susseguono sempre uguali e io continuo a vivere. 

Ma sono effettivamente viva?

Lee si ritrova a dover soffocare il dolore per amore della sua bambina, perché lei è l’unica persona che gli permette di sentire ancora quell’ amore, incondizionato e puro.

Oggi è l’ultimo giorno in cui mi concederò di provare dolore, l’ultimo giorno in cui verserò lacrime, perché le lacrime non cambiano le cose. Ho bisogno di raccogliere tutte le forze rimaste e aggrapparmi a quelle. Sono madre di una bambina a cui devo fare da madre e da padre.

Liam è il migliore amico di Aaron, suo testimone di nozze, ed è per questo che decide di restare accanto a Lee ma qualcosa inizia a prendere forma tra di loro e nessuno dei due vuole e riesce a fermarla. La nascita del loro amore è qualcosa di magico. Liam riesce a curare le ferite di Lee, riesce a ricomporre i pezzi della sua vita e riesce finalmente a trovare qualcuno che è disposto ad aspettarlo al rientro da ogni missione.

Non posso costringere Natalie a stare con me, perché il senso di colpa di essermi innamorato della moglie del mio migliore amico mi sopraffà, ma la desidero così tanto che quasi non riesco a respirare.

Ma nella vita non si può controllare tutto e spesso siamo vittime di tristi verità, rivelazioni e sorprese che possono cambiare per sempre il corso delle cose.

Ci guardiamo negli occhi mentre facciamo l’amore.
Mi scende una lacrima quando veniamo insieme senza dirci una parola.
Non dimenticherò mai questo momento.
E’ il momento in cui ho capito quanto profondamente sono innamorata
di Liam Dempsey.

Mi è difficile descrivere i sentimenti che provo per questo libro. Ho vissuto il dolore di Natalie come se avessi perso mio marito. E’ stato tragico. Le persone mi guardavano piangere e io ero inerme, con il libro sulle mie gambe e gli occhi che vagavano ovunque e pensavano a tutto fuorché questo. Poi ho lottato contro quel sentimento che Lee stava provando per Liam perché è tutto troppo presto e non è giusto e… ma ad un certo punto mi sono detta che è giusto. Che l’amore non è mai semplice e non si sceglie la persona di cui innamorarsi, avviene e basta. 
Il finale mi ha lasciato un cappio al collo che non riesco a togliere. Avevo i miei sospetti – purtroppo le letture dei thriller mi stanno rendendo troppo perspicace 😛 .  La scrittura del libro è semplice, tesa a esprimere le emozioni dei protagonisti appieno affinché il lettore possa percepirne l’essenza. L’immedesimazione è totale. Non vedo solo l’ora di passare a Convinction! *.* Non darò il voto massimo solo perché aspetto di leggere quest’ultimo, affinché io abbia un quadro completo della situazione che la scrittrice ha voluto delineare. 

Valutazione: 9.5/10

4-stelline

firmachicca


*Annie’s Review*

Come si fa ad andare avanti quando tutto il mondo sembra esserti crollato addosso?

Questa è la domanda che mi vorticava in testa fin dall’inizio del libro. Non starò qui a scrivervi un “riassunto” delle cose che accadono. In questa recensione mi voglio soffermare sull’uragano di emozioni che scatena la lettura di questo libro.

La mia vita era proprio come la volevo. Adesso, invece, si è portata via ogni cosa bella e l’ha inghiottita, lasciandomi distrutta.

Natalie, una donna, una moglie che, apparentemente, aveva tutto ciò che una donna possa mai desiderare. Per tutta la durata del romanzo, mi sono messa nei suoi panni, in quelli di tutte le mogli che hanno un Marine come marito. Ho cercato di pensare a cosa si prova quando ti arriva la notizia che l’AMORE della tua vita ormai non esiste più, e tu porti in grembo sua figlia, l’unica cosa che ti è rimasta di lui. 

Buio.

Vuoto.

Agonia. 

E la voglia irrefrenabile di seguirlo a tutti i costi.

La speranza è una maledetta vigliacca a cui non frega proprio un cazzo di quello che vuoi. Quindi punto tutto sulla fiducia.
La fiducia che ce la farò ad affrontare tutto e a ritrovare il mio cuore.

E’ stato difficile, dopo tutto quello che avevo letto sull’amore tra Natalie e il marito Aaron, vederla con Liam. E’ vero che si deve andare avanti, è vero che ormai Aaron è morto e sepolto e Liam invece è vivo caldo davanti a lei. Ma si può in pochi mesi “dimenticare” un amore che lei considerava quello vero? Ma allo stesso tempo, si può reprimere il sentimento che provano Liam e Lee?

«Liam» dico in un sospiro quando si stacca dalle mie labbra e comincia a baciarmi il collo.
«Dimmi basta.»
«Liam» ripeto, sentendo la sua lingua scivolare sulla mia clavicola.
«Dimmi che non è sbagliato» mi dice tra un bacio e l’altro.
Gli prendo il viso e lo costringo a guardarmi negli occhi. Deve guardarmi negli occhi. Voglio che sappia che sono qui con lui, solo con lui.
«Non è sbagliato.»

Tutto quello che c’è tra loro è reso più difficile dal fatto che Liam era il migliore amico di Aaron, il testimone dello sposo alle loro nozze. Liam ha visto il sentimento che legava Lee ed Aaron. Ma, nonostante tutto, non riesce a nascondere il fatto che ormai si sta innamorando di lei. E non importa quanto sia sbagliato, non importa se per gli altri è una cosa immorale: l’unica cosa che conta è che quando sono insieme sentono quanto, quello che c’è tra loro, sia la “COSA GIUSTA”!

Mi guarda come se fossi il suo salvatore. Vorrei che riuscisse a capire che è lei che sta salvando me.

Voglio scrivere due parole sulla vera protagonista della storia, Natalie. Credo che donne come lei ce ne siano davvero poche. Quante donne avrebbero trovato la forza di andare avanti da sole con una figlia, dopo tutte le RIVELAZIONI che le arrivano durante un periodo in cui voleva solo provare ad essere ancora felice? Quante donne avrebbero messo di nuovo il proprio cuore in mano ad un Marine, quando gli è stato strappato dal petto già una volta? Natalie è una donna con una forza enorme! E credo ci stupirà ancora di più nel secondo.

Non puoi amare veramente se non provi vero dolore. Non puoi mettere la tua vita in una scatola. Siamo tutti più grandi di quella scatola.

Voglio lasciarvi con una frase sulla quale vi chiedo di soffermarvi, perché penso sia la chiave per superare lo shock emotivo della bomba che esploderà nel finale del libro. Ricordatevele queste parole, io mi ci sto aggrappando con i denti e le unghie:

Ci apparteniamo e non importa cosa succederà, non posso tornare indietro. Non voglio tornare indietro.

Valutazione: 10/10

stelline

firmaannie

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...