RECENSIONE: DOUBLE REVIEW: HARRY POTTER E LA MALEDIZIONE DELL’EREDE DI J.K. ROWLING | LOVE IS IN THE BOOKS

Hello readers!
Siamo qui oggi per parlarvi di un libro che ci ha letteralmente conquistate!. Di che libro parliamo?. Dell’ultimo capolavoro di J.K. Rowling: HARRY POTTER E LA MALEDIZIONE DELL’EREDE. Il libro, come i precedenti, è stato pubblicato dalla Salani Editore.
Guardiamo la scheda di questo capolavoro: 

HPEredeBS-702x1080.jpg

 

Autore: J.K. Rowling

Titolo: Harry Potter e la maledizione dell’erede

Serie: Harry Potter #8

Genere: Fantasy

CE: Salani Editore

Prezzo ebook: 14,99€

Prezzo cartaceo: 19,80€

Trama: Basato su una storia originale di J.K. Rowling, John Tiffany e Jack Thorne, un nuovo spettacolo di Jack Thorne, Harry Potter e la Maledizione dell’Erede è l’ottava storia della serie di Harry Potter e la prima a essere rappresentata a teatro. La premiere mondiale si è tenuta nel West End di Londra il 30 luglio 2016.

È sempre stato difficile essere Harry Potter e non è molto più facile ora che è un impiegato del Ministero della Magia oberato di lavoro, marito e padre di tre figli in età scolare. Mentre Harry Potter fa i conti con un passato che si rifiuta di rimanere tale, il secondogenito Albus deve lottare con il peso dell’eredità famigliare che non ha mai voluto. Il passato e il presente si fondono minacciosamente e padre e figlio apprendono una scomoda verità: talvolta l’oscurità proviene da luoghi inaspettati.


desktop7

*ANNIE’S REVIEW*

Quasi non ci credo che, dopo anni ed anni in cui ho concluso la saga di Harry Potter, io abbia tra le mani un nuovo libro che parli ancora di lui dopo 19 anni. Praticamente un sogno che si avvera.
Non 
vi so spiegare l’emozione che ho provato alla notizia. E’ un amore incondizionato. Un amore mai sopito e che risveglia mille emozioni e tutta la bellezza che tu pensavi di aver custodito in un angolo del tuo cuore. Un’esplosione, una bomba tutta in una volta e non c’è rimedio, non c’è nulla che possa fermare la potenza dell’onda d’urto. 

“A volte i prezzi sono fatti per essere pagati.”

Girando un pochino tra le varie recensioni ho letto di gente delusa sia di averlo letto, sia di aver speso soldi per farlo. Non me lo spiego, potrei essere d’accordo sul fatto che un’opera teatrale va vista e non letta, ma sfido chiunque abbia amato i precedenti libri a dire che questo libro è una delusione. Io sono stata conquistata già dalle prime pagine, completamente assuefatta.

“Grazie per essere stato la luce nelle mie tenebre”
“Di’ ad Albus… di’ ad Albus Severus… digli che sono fiero che porti il mio nome.”

Ho trovato questo libro semplicemente SUBLIME. Sarà che ci sono affezionata da quando avevo undici anni, sarà che è stata la prima saga che ho letto, sarà che sono INNAMORATA PAZZA di ogni singolo personaggio di questi benedetti libri e dall’UNIONE che si recepisce in quest’ultimo e che non avrei mai creduto di vedere tra vecchi rivali, ma i brividi che ho provato vanno oltre il modo in cui dovrebbe essere scritto o essere rappresentato. 

“Quelli che amiamo non se ne vanno mai via del tutto, Harry. Ci sono cose che la morte non può toccare. Il colore… la memoria… e l’amore.”

Chiudo con una semplice frase che è la MIA dichiarazione d’amore:

HARRY POTTER AMO TUTTO DI TE, ORA E PER SEMPRE.

firmaannie

Valutazione: 10/10

stelline


*ANGIE’S REVIEW*

Harry Potter è sempre stato la mia coperta di linus. Quell’oggetto che riponi su una mensola, sul letto, o in un cassetto quando sei troppo grande per ammettere che hai dormito stringendolo tra le braccia, ma che ti strappa un sorriso quando i tuoi occhi lo incrociano. In questi anni non ho mai smesso di guardare la mensola che custodisce i sette libri di Harry Potter – oggi otto – con ammirazione, affetto e meraviglia. 

Albus: Indietro dove?
Rose: La gente dice che lui è il figlio di Voldemort, Albus. 
Ma sicuramente è una cavolata. Cioè, guarda: ha il naso.

Per chi, come me, ha amato i libri precedenti, non può non aver sorriso a questa frase; non può non aver accarezzato la copertina, le pagine di questo libro… Dopo dodici anni, per me, è un emozione indescrivibile: è a dir poco surreale. Tornare ad Hogwarts è come tornare all’ovile per le galline, non so se mi spiego.

Scorpius: Nessuno. No, è tempo che la GiraTempo abbia fatto il suo tempo.
Albus: Vai fiero di questa frase, eh?
Scorpius: E’ tutto il giorno che ci lavoro.

La gioia di leggere i termini: sala comune, gufo o G.U.F.O, mangiamorte, torneo tre maghi, quidditch, boccino, bacchetta, sala grande, Silente, Piton.. no, le mie parole non potranno mai definire quello che sto provando in questo momento. Un’amore che non cesserà mai di esistere.

Silente: Sii sincero con le persone che ami, mostra il tuo dolore. 
Soffrire è altrettanto umano che respirare.

L’opera teatrale è stata riportata per intero in formato libro suddivisa in quattro atti. Ho sentito molte lamentele a riguardo ma detto francamente non mi importa. Quando hanno dato la notizia dell’uscita dell’opera teatrale ero rammaricata dal non poterla guardare a teatro, poi l’arrivo del libro ha cambiato tutto. Devo aggiungere che questa struttura ha reso più semplice l’immaginazione delle varie scene, dei vari personaggi, delle loro azioni, reazioni ed emozioni. E’ stato un viaggio entusiasmante. 

Oggi vorrei solo ringraziare la Rowling per aver reso la mia infanzia così bella. 
Grazie per Harry Potter J! ❤ 

Questa è tutta per te Alan Rickman: non smetteremo mai di adorarti, professore. 
A Piton. 

Valutazione: 10/10

stelline

firmachicca

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...