Recensione: Io e te all’alba di Sanne Munk Jensen| Love is in the books

Salve lettori,
oggi vi parlo di un libro davvero straziante intitolato Io e te all’alba di Sanne Munk Jensen Gleen Ringtved, edito Piemme.
Questo romanzo inizia dalla fine, facendovi pensare che non ci possa essere nulla di peggio della morte. Siete pronti a scoprire cosa c’è di più devastante?.

io e te_cover_250X_

 

Autore: Sanne Munk Jensen & Gleen Ringtved

Titolo: Io e te all’alba

Genere: Young Adult 

CE: Piemme

Prezzo ebook: 7,99 €

Prezzo cartaceo: 17,00€

Trama: Louise vive ad Aalborg, in Danimarca. Ha diciassette anni, va al liceo. I suoi genitori sono brave persone. Una sera conosce Liam, un ragazzo poco più grande di lei, e i due si innamorano perdutamente. Trovano un minuscolo appartamento ai margini della città e si amano, fra sesso e droga, senza limiti. Liam ha tanti sogni, ma una pessima idea su come realizzarli. Comincia a lavorare per Johannes, uno spacciatore, un pesce grosso. All’inizio va a gonfie vele, ma poi la situazione precipita, trascinandosi dietro tutto e tutti. È inutile chiedersi perché Louise non sia scappata quando ancora poteva farlo. Non l’ha fatto e basta. Questa storia racconta il perché.


Senza-titolo-1

Vorrei descrivere l’alba mentre eravamo lassù, che l’ha fatto quasi diventare bello. E giusto. Vorrei far capire a lei e a papà il perché. Raccontare la storia vera. E vorrei che Liam mi abbracciasse. Evidentemente, però, questa è una delle cose che non si possono fare da morti.

Penso di dover scrivere la recensione di questo libro subito dopo averlo chiuso, in questo istante, senza cercare giri di parole o sotterfugi per descrivere ciò che in realtà rappresenta questo libro: 

devastazione.

Ora uno potrà anche chiedersi cosa c’è di devastante in un libro del quale si conosce già la fine, visto che la nota dolente di tutto il libro è scritta a chiare lettere nel primo rigo, della prima pagina. Ma questo perché non conoscete la storia… la loro storia. Non conoscete Liam e Louise.

«Se accetti, non ti libererai mai più di me. Sappilo.»
Mi ricordo benissimo che mi ha detto così quella volta al Burger King, quando non lo conoscevo neanche da una settimana e mi ha chiesto se volevo mettermi con lui.

Il libro è raccontato dalla voce di Louise e, come già detto, inizia tragicamente con il  ritrovamento del suo corpo e di quello del suo fidanzato, ammanettati. Annegati.

E poi l’ha detto quella sera sul ponte, mentre chiudeva la manetta intorno al mio polso. Adesso saremmo stati sempre insieme.

Adesso non c’era niente che potesse dividerci.

Il libro è suddiviso in due parti, la fine della prima parte corrisponde con il punto di rottura. Non ci sono veri e propri capitoli a fare da divisorio, ma si passa dal presente al passato e, attraverso la voce narrante della protagonista, ci viene raccontato cosa sta succedendo dopo il loro ritrovamento e la storia di Louise e Liam, sin dal loro primo incontro su quel bus, quando la loro vita era ancora serena e spensierata.

Non l’ho mai vista così. Mai.
A volte, se avevamo appena litigato, poteva fissarmi in un modo… come se fossimo di due razze diverse, come se davvero le risultasse incomprensibile che io fossi uscita da lei, ma nel suo sguardo c’era anche sempre… malinconia. Come se almeno 
avrebbe voluto che non fosse così. Invece ora guarda papà e nei suoi occhi non c’è ombra di tristezza. Non è addolorata. Lo odia davvero.

E mentre ci immergiamo nel passato e ci innamoriamo della storia di Liam e Louise, soffrendo con loro, nel presente ci troviamo a far fronte al dolore del padre e della madre di Loiuse che non riescono a darsi pace per la figlia che hanno perso. Ognuno affronta il dolore a modo proprio e sarà il padre di Louise a voler dare, a tutti costi, un senso a questa storia; a voler trovare il motivo ad un gesto tanto disperato da parte di due persone che si amavano e considerate troppo giovani per non avere un’altra soluzione. Per non concedersi un’ altra possibilità. Ma per cosa?.

«Non so che cazzo gli ho fatto. O perché ce l’hanno tanto con me.
Non so cosa fare, Loui. Non so proprio cosa fare.»

Loro non conoscono la storia di Liam e Louise.
La conosceranno solo dopo il ritrovamento del suo diario.
Lì scopriranno chi era Louise.
Lì scopriranno la verità sulla sua relazione con Liam.
Troveranno i perché tanto cercati e sarà devastante.

Ma è il prezzo da pagare quando si cercano risposte.

Mi stavano facendo uscire di testa quelle montagne russe.

La gioia e l’entusiasmo. E il pensiero che io non ne facevo parte.

E tutte le mattine le odiavo,
perché mi ricordavano la solitudine
e il senso di sfiducia totale che provavo.

La storia di Louisa e Liam è la storia di due ragazzi che si amano fino alla fine.  Due anime che si sono cercate e amate anche quando, su quel ponte, all’alba, si sono presi per mano e hanno respirato per la prima volta, dopo tanto tempo, l’odore della libertà.

“Le Mani come Spuma andremo a unire.
Muoviamo verso Cose che accadranno:
Fuoco che brucia, fresco come il Mare.”

Una storia tormentata, dolorosa, disperata, intensa quella scritta a quattro mani dagli autori Sanne Munk Jensen Gleen Ringtved. Di certo non è adatta a quelle persone che sperano in un HEA, ma questo si comprende già dalla trama, no?.
Il libro è scritto in maniera scorrevole ma intensa, specialmente la seconda parte, nella quale la punteggiatura fa da padrona.
Nonostante sia classificato come Young Adult è un libro caratterizzato da una certa intensità e la storia non è per tutti i palati ! 
Chicca.

Valutazione: 10/10stelline

 

Autori: Sanne Munk Jensen, nata nel 1979, è una voce affermata nella letteratura giovanile danese, acclamata da critica e pubblico.
Gleen Ringtved, nato nel 1968 e dal suo debutto ha scritto più di quaranta libri per ragazzi, alcuni dei quali tradotti in molte lingue, ottenendo numerosi premi e riconoscimenti. Vive in Danimarca.

Annunci

2 pensieri su “Recensione: Io e te all’alba di Sanne Munk Jensen| Love is in the books

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...