Segnalazione: Come un’isola di Monika M. | Love is in the books

Salve lettori,
vi segnaliamo il romanzo di Monika M., intitolato Come un’isola ed editato Lettere Animate.
51deLvE9wnL.jpg

Autore: Monika M.

Titolo: Come un’isola

CE: Lettere Animate

Genere: New Adult

Prezzo E book:  1.49 €

Trama: Come un’isola è forse scritto unicamente per noi donne , noi donne che ci amiamo così tanto da saper amare in modo unico, senza però tradirci mai . E’ una storia d’amore non convenzionale, complessa, forse malata, tenace , che rivela la fragilità e la forza stessa della protagonista. E’ un invito a darci una possibilità anche quando tutti i segnali indicano pericolo, vivere un amore sapendo che si verrà feriti non per ingenuità ma per coraggio, vincendo la paura del dolore che sappiamo arriverà ma che sarà nulla confrontato ad una assenza di rimpianto. E’ consapevolezza di sé, è controllo, è scelta . Lucrezia , la protagonista, allineerà la sua vita a quella di Victor convinta di poter, come sempre nella sua vita, controllare tutto . Nulla sarà più diverso da ciò che lei aveva pianificato fino a conoscere la travolgente ribellione, fiera del suo orgoglio ingaggerà una guerra con il suo stesso cuore per non concedersi ad un amore non corrisposto . Si tufferà volontariamente in due occhi crudeli e belli sapendo che vi troverà la morte per annegamento, consapevole che quel che dopo l’aspetterà non sarà più vita , ma sopravvivenza scandita da una inguaribile mancanza, dettata però dalla libertà della scelta fatta . Siamo spesso schiavi dei nostri limiti , ma quanto di noi siamo disposti a tradire per oltrepassarli ? << Non bisogna mai partire da un risultato , se lo facessimo tutto sarebbe falsato , ogni gesto e pensiero mutato dal desiderio di giungere dove si è stabilito e non dove veramente siamo attesi… sei enigma e mistero che vivrò per sempre o forse mai più… >> Lucrezia da Come un’isola di Monika M.

LINK DI ACQUISTO
clicca qui

LEGGI ESTRATTO 

<<Lo avrebbe instancabilmente accolto in quell’abbraccio. Il petto di lei, su cui poggiava stanco la tempia, gli apparteneva,conteneva un’ amore che solo a lui era destinato, non importava cosa combinasse, lei lo avrebbe aspettato. Aspettato, già ma perché non cercato? Quel sorriso da stronza fece capolino su quel viso che era l’ incarnazione della dolcezza. “Perché se non tengo duro, tu non impar…erai….mai…che puoi fidarti “. Silenzio, amavano star in silenzio, si capivano anche così e dopo quelle parole si capirono ancor più. Troppo superficiale pensar fosse solo orgoglio il suo. Inflessibile si straziava della mancanza dell’uomo che amava, per educare quel ragazzino diffidente che dentro gli dimorava , perché una punizione non confonda ulteriormente deve esser portata a termine, anche se strazia più chi la infligge, che chi la riceve. >>
Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...