Recensione: Calendar Girl Aprile di Audrey Carlan | Love is in the books

Salve lettori,
oggi vi parlo del quarto volume della serie Calendar Girlovvero il mese di Apriledi Audrey Carlan, edito Mondadori.

Dalle precedenti recensioni, sapete quanto mi piaccia questa serie ma questo mese si è rivelato un mese troppo “romanzo rosa” quindi rimarrete un po’ stupiti dalla mia valutazione ma andiamo a vedere cosa combina la nostra Mia!

516_Y630_g_NL

 

Autore: Audrey Carlan

Titolo: Calendar Girl Aprile

Serie: Calendar Girl

CE: Mondadori

Genere: Erotico

Prezzo e book: 2,99€

Prezzo cartaceo: 17,90€

Trama:  Aprile, Boston, in compagnia di Mason “Mace” Murphy, campione di baseball. Tutto ciò che Mia detesta in un uomo impacchettato in un regalo da sogno: talentuoso, fisico atletico, lineamenti scolpiti ma… completamente pieno di sé.

E poi c’è sempre Wes, l’uomo che forse potrebbe impegnarla per sempre. Quello che si è conquistato un pezzo del suo cuore. Anche se insieme hanno deciso di lasciare per quest’anno i sentimenti sullo sfondo mentre ciascuno vive la sua vita.

 

Avevo bisogno di soldi, tanti soldi. In ballo c’era la vita di mio padre. Io però non avevo un centesimo, per arrivare a fine mese facevo la cameriera. Non avevo un amore e, diciamolo, all’amore, quello con la a maiuscola, non ci credevo neanche più tanto. Le mie storie fino ad allora erano state solo fonti di guai e delusioni.
Mi hanno offerto un lavoro. Recitare il ruolo della fidanzata di uomini di successo. In pratica per un mese dovevo fingere di essere la loro compagna davanti agli occhi di tutti e in cambio ognuno di loro sarebbe stato disposto a pagarmi centomila dollari. 12 mesi, 12 città, 12 uomini ricchi, famosi, inarrivabili, 12 ambienti esclusivi, 12 guardaroba diversi. Più di un milione di dollari. Il sesso, chiariamoci, non faceva parte degli accordi. Quello dipendeva e dipende sempre solo da me.
L’amore neanche quello faceva parte del piano. Ma intanto quello non dipende da nessuno…
Sono tutti uomini da sogno. Che poi sono persone. Intriganti, fragili, che hanno paure, segreti e verità nascoste. Loro hanno scelto me. Per un mese sono entrati nella mia vita. Tutti mi hanno lasciato qualcosa. E uno mi sta chiedendo di cambiare le regole del gioco… ma l’amore, tutti lo sanno, di regole non ne ha.
Ho intrapreso questo viaggio perché era l’unico modo per salvare la vita di mio padre.
Mi sono fidata, ho buttato il cuore oltre l’ostacolo.
Ed è iniziata la favola.
Il viaggio ha salvato la mia, di vita.
Trust the journey,
Mia


cp aprile

Mia è arrivata a Boston per essere la finta fidanzata di un giocatore di baseball Mason Murphy.
Dopo troppe bravate, Mason ha bisogno di ripulire la sua immagine e ingaggia Mia affinché i media e il mondo dello spettacolo pensino che sia la sua ragazza fissa, o meglio, la sua prima ragazza fissa.

«Non sai che io gioco sempre per vincere, dolcezza?»

Tipico giocatore di baseball, bello da mozzare il fiato ma volgare quanto un bambinone mai cresciuto, Mason non ha mai deciso di stabilirsi o di innamorarsi. Il suo massimo era passare di notte in notte nel letto di qualcuna ma mai la donna che lui desiderava.

«Non abbiamo mai visto Mace avere una relazione, finora. E’ il tipo che preferisce le tre F, hai presente?» Alzò le dita e mi guardò con aria annoiata. «Fattele, fottile e ‘fanculo, afferrato?»

Ma Mia, da brava osservatrice ha capito che Mace adora una donna, la sua PR, Rachel. Mia farà di tutto per far unire i due innamorati persi che continuano, insistentemente, a negare i loro sentimenti.
Ma Mia è la prima che sta nascondendo i suoi sentimenti per la persona che le ha rubato il cuore. 

«Je t’aime, Mia»

La cosa che mi piace di più in questa serie è il rivedere le persone che ne hanno fatto parte durante il corso dei mesi, sbucare qui e là, mentre Mia continua a spostarsi di paese in paese, di cliente in cliente.

Assumersi dei rischi per trovare la propria felicità è importante, e troppo spesso le persone rimangono invischiate nel tran tran quotidiano o pensano che la vita che stanno vivendo non possa migliorare, anche se sanno di non essere felici.

Rispetto ai mesi precedenti nei quali c’era sempre qualcosa che riusciva a stupirmi e a farmi dare 5 stelline a questo romanzo meraviglioso, mi ritrovo a darne poche in questo mese , che nonostante racconti un’avventura bellissima per la nostra stupenda Mia, l’ho trovato un po’ troppo incentrato sulla storia del cliente e della sua PR, tranne che per una parte dolorosa che riguarda Mia.
Speriamo che le Hawaii tirino fuori il meglio della mia ragazza!
Trust the journey ❤
Chicca.

Valutazione: Carino!

3 stelline

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...