RECENSIONE: SANGUE AMARO DI ANGELA D’ANGELO (PUNTATE #3-#4)| LOVE IS IN THE BOOKS

Salve #LoveBooks 🙂

Rieccomi qui a parlarvi di Sangue amaro, il nuovo romanzo a puntate Self Publishing di Angela D’angelo. Queste puntate saranno pubblicate sul blog dell’autrice: http://angeladangelo.blogspot.it/p/12.html e su Wattpad, una puntata a settimana. :)

In questa recensione vi dirò le mie impressioni sulla terza e quarta puntata, ma prima vi lascio il link della nostra recensione riguardo le prime due puntate (https://loveisinthebooks94.wordpress.com/2016/06/12/recensione-sangue-amaro-di-angela-dangelo-puntate-1-2/), i link della terza-quarta puntata e la scheda di questo libro, completamente gratuito. 😀

PUNTATA #3: http://angeladangelo.blogspot.it/2016/06/sangue-amaro-puntata-3.html

PUNTATA #4: http://angeladangelo.blogspot.it/2016/06/sangue-amaro-puntata-4.html

 

13444123_611563982333936_1108254243_n

Autore: Angela D’Angelo

Titolo: Sangue Amaro

CE: Self Publishing

Prezzo: GRATUITO

Trama: Scampia.
Un luogo dimenticato dallo Stato.
Un quartiere che vive di luci e ombre.
Un ghetto abbandonato dalle istituzioni.
Antonio.
Figlio del suo rione.
Una vita gravata dal peso delle responsabilità.
Ogni suo giorno è una battaglia che gli avvelena il sangue.
Greta.
I successi ottenuti con l’impegno.
Le opportunità di chi vive senza timore.
La sua sensibilità e generosità sono un miraggio di redenzione.
Sangue Amaro.
Una storia di legami, di amore, di speranza.
_________________________________________________________________
13435779_611563975667270_334387207_n

Ed eccoci qui…Dopo due settimane di attesa, che mi sono imposta da sola, oggi ho letto la terza e quarta puntata!

Che dire? Queste due puntate sono state davvero forti. Nella terza puntata vediamo Antonio e Greta alle prese con il loro rapporto, un rapporto che è all’inizio e che non è per niente facile. Tutti i rapporti hanno bisogno di conoscenza, di dialogo mentre Antonio si chiude sempre nel suo silenzio, negando a Greta la possibilità di conoscerlo meglio e di scoprire cosa gli passi per la testa.

Due mondi diversi.

Due realtà diverse.

Un abisso di differenze.

Eppure Greta è molto determinata a far funzionare le cose tra loro, andando oltre le barriere che Antonio si è prefissato, oltre le sue origini e le sue condizioni sociali.

«Eppure non erano la tua vita e la tua famiglia a preoccuparmi. Sapevo che i tuoi silenzi sarebbero stati un problema, che le nostre differenze culturali avrebbero potuto allontanarci. Però ero determinata a costruire un ponte» confessai, dando voce alle mie speranze. «Credevo che se tra noi ci fosse stato rispetto, nessuna discussione sarebbe stata sterile. Avremmo parlato fino a quando non fossimo giunti a un compromesso, e nel frattempo ci saremmo arricchiti. Non mi spaventava provarci, anche se sarebbe stato faticoso. Avrei lottato per noi, ma tu non c’hai creduto abbastanza.»

Mi è piaciuta la forza di Greta, il coraggio con il quale si è messa in macchina ed è andata ad affrontare Antonio. Una donna che sa quello che vuole. Ma non ha messo in conto il carattere di Antonio. Infatti la quarta puntata si apre con una scena molto forte e che a me ha dato la pelle d’oca in tutti i sensi! *_* (siete curiosi? Andate a leggerla! Se ve lo dico io che sfizio c’è! :P)

Continuando la lettura mi sono accorta che avevo le lacrime solo quando una mi è caduta sulla tastiera del PC…Ci sono scene forti, almeno io le vedo così perché mi scatenano emozioni forti, poi in alcuni casi l’uso del dialetto, è una freccia scoccata dritta al cuore per una napoletana come me. ❤

Ho apprezzato il comportamento di Antonio che pur di non perderla è disposto a dirle cose che gli fanno male solo a pensarle. E’ stato un passo decisivo ed importante e lo vediamo nel corso della puntata dove alla fine si arriva a capire che davvero qualcosa si è costruito. L’amore è fatto di compromessi e sacrifici non è una fiaba e ce lo dice proprio un pensiero di Greta.

Sarebbe stato difficile? Sicuramente.

Ci sarebbero state volte in cui avrei desiderato scappare? Probabile.

Ma la vita non era semplice, non era una fiaba imbastita per sostituire le illusioni alla realtà. Era un percorso di ripide salite e rocambolesche discese, un viaggio che volevo condividere con lui.

«Non voglio qualcosa di bello» riuscii a dire.

Antonio chiuse gli occhi per un attimo, addolorato, e mi baciò le dita. Il suo tormento per non potermi regalare il sogno mi comprimeva i polmoni.

Gli spostai la mano su una guancia e sollevai l’altra per incorniciargli il viso.

«Voglio qualcosa di vero.»

Adesso mi dite come farò ad aspettare altre due settimane per leggere la quinta e sesta puntata? Mi dovrò fare violenza per non leggere solo la quinta sabato prossimo 😀 Sono troppo belle e consiglio a tutti di iniziare questa storia, se non l’avete già fatto, perché ne vale davvero la pena. ❤ Continua così Angela!

Appuntamento qui, tra due settimane con la recensione delle prossime due puntate 🙂

XOXO, Annie ❤

Annunci

2 pensieri su “RECENSIONE: SANGUE AMARO DI ANGELA D’ANGELO (PUNTATE #3-#4)| LOVE IS IN THE BOOKS

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...