RECENSIONE: IL RISVEGLIO DI J.R. WARD| LOVE IS IN THE BOOKS

Buona domenica lettori!!! 😀

Stamattina vi parlo dell’ultimo libro che ho finito, proprio ieri sera: Il Risveglio, primo libro della serie La confraternita del pugnale nero, edita dalla Rizzoli.

1704651_0

 

Autore: J. R. Ward

Titolo: Il risveglio

Serie: La confraternita del pugnale nero #1

Genere: Paranormal Romance

CE: Rizzoli

Prezzo e book: 4,99€

Prezzo cartaceo: 12,00€

Trama: Beth Randall è una giovane cronista di nera in un giornale di provincia, a Caldwell NY. Abituata ad aggirarsi tra colleghi giornalisti, poliziotti e delinquenti che non le staccano gli occhi di dosso, ha imparato a tenerli a bada. Quando uno sconosciuto entra nel suo appartamento forzando con naturalezza la porta, Beth dovrebbe urlare e tentare la fuga. Invece è travolta e si abbandona a un desiderio che non ha mai provato prima. Il terrore viene dopo, quando Wrath le parla di Darius, il padre che Beth non ha mai conosciuto, e che gli ha affidato il compito di assisterla e proteggerla. Perché Darius e Wrath appartengono a una stirpe di vampiri da secoli in lotta per la sopravvivenza. E Beth sta per entrare in un mondo nero come la notte e rosso di sangue, sta per andare incontro alla trasformazione di tutto il suo essere.
Il risveglio è il primo romanzo della serie che J. R. Ward ha dedicato alla Confraternita del Pugnale Nero.

________________________________________________________________

Desktop7

Questo libro mi ha sorpreso. Quando l’ho iniziato non sapevo cosa aspettarmi, nonostante io fossi una veterana del genere. Leggo di tutto ma quando inizio un paranormal mi sembra di tornare a CASA. *_*

Lasciatemi dire che questa confraternita vanta degli esemplari maschi di vampiri DAVVERO notevoli, in tutto e per tutto. Questo primo libro ci parla del loro Re: il famigerato Wrath; e una ragazza, figlia di Darius nonchè amico/fratello di Wrath: la bellissima Beth.

Wrath: un personaggio di tutto rispetto (un figo pazzesco!) e come ci dice l’autrice in una nota finale del libro, il suo nome significa”Ira” in inglese. Quindi, ci ritroviamo di fronte un vampiro, duro che mai nessuno ha visto sciogliersi, nemmeno per la femmina (Shellan, questo termine è usato per definire una vampira che appartiene ad un vampiro maschio e lo nutre col suo sangue) a cui era legato. Un uomo tutto d’un pezzo e col ghiaccio nel cuore, che altri temono.

Tutti, tranne Beth che, quando lo vede per la prima volta, invece di scappare d’istinto, è attratta da lui; ma la cosa mette in difficoltà anche il nostro vampiro che inizia a provare cose che in secoli non l’hanno mai scalfito.

«Ho bisogno di stringerti per un minuto. D’accordo?» «Certo.» Non appena sentì che non tremava più, Beth si scostò. «Che cosa c’è?» Lui le prese il volto tra le mani. Premette le labbra sulle sue. «Non l’avrei sopportato se lui ti avesse… portata via da me.»

Pian piano il loro rapporto cambia, col sopraggiungere della verità, della rivelazione. Chi è Beth? Perché ha tutti quei fastidi che prima non provava? Perché Wrath vuole proteggerla? Entrano in gioco emozioni e sentimenti nuovi, che cambieranno il corso della storia…ma…perché c’è un ma….un enorme MA. Raccontata così la storia può sembrare tutta liscia, ma c’è una grande minaccia che incombe sulla confraternita….per ogni parte buona, ce n’è una maligna. In questo caso, i nostri vampiri si troveranno ad affrontare i loro nemici, i lesser, che altri non sono che degli umani privati della loro anima e del loro cuore.

Un libro bellissimo che, più di una volta, mi ha fatto trattenere il respiro e che consiglio veramente a tutti, anche a chi non è molto amante del genere. La storia prende, perché ha tutto: c’è mistero, c’è tensione, c’è dolcezza (lo so che sembra strano, ma c’è, fidatevi!) e c’è AMORE, non solo per la propria metà, ma per l’unione che la confraternita rappresenta. Amore nel senso più vasto del termine.

Il cellulare di Wrath ricominciò a suonare e il vampiro scoprì le zanne maledicendo quel dannato arnese. «Rispondi, mentre io vado in cucina» disse Beth. «Vuoi qualcosa?» «Te.» «Io sono già tua.» «Ringraziando il cielo.»

E con questa frase veramente dolcissima, vi auguro un buon proseguimento di giornata! Alla prossima 😉

Baci, baci. Annie ❤

Valutazione:

stelline

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...