Recensione: Sei il mio buio Sei la mia luce di J. A. Redmerski

Salve lettori,
oggi vi parlo di Sei il mio buio Sei la mia luce di J.A. Redmerski, edito Fabbri Editore.
Di questa autrice ho già avuto modo di leggere il suo primo capolavoro indiscusso, intitolato Il confine di un attimo. Chi non si è innamorato di Andrew Parrish? *.*
La scrittrice ha poi scritto il seguito Il confine dell’eternità, ed è proprio qui che incontriamo per un piccolissimo momento Elias e Bray.
Questa è la loro storia ❤ 

anteprima-sei-il-mio-buio-sei-la-mia-luce-di-L-Z2xjOQ.jpeg

 

Autore: J. A. Redmerski

Titolo: Sei il mio buio Sei la mia luce

CE: Fabbri Editore

Genere: New Adult

Prezzo e book: 3,99€

Prezzo cartaceo: 7,90€

Trama: Elias e Bray sono fatti l’uno per l’altra, da sempre. Il loro amore è sbocciato una calda sera d’estate, quando erano solo due bambini.
Crescendo, però, la paura di soccombere a un rapporto così intenso da essere quasi insopportabile li ha allontanati. Finché Bray non si rende conto che Elias è l’unico legame vero della sua vita, l’unica persona che può salvarla dagli abissi in cui sta per sprofondare.
Decide di tornare da lui, che non l’ha mai dimenticata. E la passione che hanno cercato di soffocare in tutti i modi può finalmente scorrere libera per la prima volta… Almeno fino a quando una notte fatale non cambia tutto. Il sogno d’amore di Bray ed Elias rischia di andare in frantumi, e i due ragazzi decidono di fuggire. Insieme. Inizia così un’avventura on the road in cui il rischio di perdersi – tra alcool, droghe e incontri sbagliati – è forse più grande del pericolo da cui stanno scappando. Il solo rifugio è il loro amore, quell’amore oscuro che li può salvare o perdere.


sei-il-mio-buio

Wow.
Sono senza parole.
Io…
Semplicemente non ho parole.
Mi ritrovo qui a dovervi dire cosa ho provato leggendo questo libro e io semplicemente non ci riesco perché è vero, forte, fa male.
Tanto male.

«Io voglio stare con te. Ecco che cosa voglio. È ciò che ho sempre voluto.» Strinsi i pugni, l’emozione mi stava consumando, ero preda del disperato bisogno di farle
capire quanto l’amavo senza dover pronunciare quelle due parole. In
quel momento non mi sembrava giusto dirle “ti amo”. Temevo che sarebbe fuggita.

Bray è la persona più simile a me, in questo momento.
Mi ricorda tanto Finch <3. 
A volte, si può soccombere all’oscurità e a volte la si combatte.
E’ davvero una questione di scelta “essere felici”? O la differenza la fanno le persone che ci circondano?
Bray ha Elias. L’amore della sua vita.

Provai a toccarla, a parlarle.  A capirla. Ma era inconsolabile. Mi sentii perduto. Non era la Bray che conoscevo, la ragazza con cui ero cresciuto. Non era la ragazza allegra, folle e amane della vita con cui avevo condiviso tutto.

Finch aveva Violet.
Ma non sempre basta circondarsi di amore, per non soccombere all’oscurità vero Bray?
Quando senti che la vita del mondo va avanti e tu stai lentamente scivolando via…
Nessuno ti comprende.
Nessuno riesce a capire che cosa sta succedendo.
Troppo tempo passato a combatterla, ti sfinisce e ti disintegra ma il suo obbiettivo è stato quello, sempre. Prosciugarti le forze.

« Ce ne siamo resi conto troppo tardi. Chi ha una seconda possibilità è fortunato». Mi indicò e sorrise. «Tu sei fortunata. Non dimenticarlo mai.»

Gli incidenti restano incidenti e la paura, il timore che ci succeda qualcosa, ci spinge a fare scelte irrazionali ma che, per chi le fa, sono le più razionali che ci siano: è la via della salvezza.
Ma cosa te ne fai di una misera parvenza di libertà?
Cosa te ne fai di una vita che è tutto fuorché vita?

«Papà, voglio che tu e la mamma sappiate che vi voglio bene. E voglio bene anche a Rian, diteglielo per favore. Lo so che ci ho dato un sacco di preoccupazioni e mi dispiace. Mi dispiace tantissimo. Mi dispiace di non essere stata come lei.»

Alla fine cedi, alla fine vuoi solo tornare all’innocenza di quando si è bambini, quando i genitori non ti sembrano poi le persone più cattive del mondo, o quando non sei obbligato a scegliere ogni giorno qualcosa: bianco o rosso, su o giù, lavoro o università, cosa fai o cosa non vuoi fare… e tante altre scelte.
Semplicemente mettere a tacere tutto.
Liberarsi.
Lasciarsi andare…

“Morirò con lei, o per lei, se sarà necessario. Un uomo e una donna possono amarsi così tanto che nemmeno la morte può dividerli, ma non crederò mai che possano amarsi troppo.”

Elias non te l’ha mai permesso, Bray.
Ti ama, più della sua stessa vita.
Qualsiasi cosa, ricordi?
Si fiera di lui.
Sii fiera di te stessa ❤
Io lo sono. 
Vorrei solo un “Elias” nella mia vita.
Solo quello.


Xoxo,
Chicca.

Valutazione: stelline

 

Autore:  J.A. Redmerski è entrata nelle classifiche del “New York Times”, di “USA Today” e del “Wall Street Journal” con il suo romanzo Il confine di un attimo, disponibile in BUR, un bestseller tradotto in oltre 20 lingue. Vive a North Little Rock, Arkansas, con i suoi tre figli e un cane maltese.

Annunci

3 pensieri su “Recensione: Sei il mio buio Sei la mia luce di J. A. Redmerski

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...